Primo pianoViaggi

Cosa vedere a Parigi

Chi non è mai stato a Parigi deve sapere che è da sempre considerata la Città della Luce in quanto ha tanto da proporre. Tre giorni minimo sono quindi necessari pe visitarla a 360 gradi. Tuttavia volendo fare una selezione ci sono almeno quattro siti davvero imperdibili e che troverete elencati in modo dettagliato nei vari passi della presente guida.

Il Museo del Louvre

Il Louvre di Parigi è il museo d’arte più grande e visitato del mondo ed ha materiale più che sufficiente per soddisfare qualsiasi gusto artistico. Il Palazzo nacque come fortezza medievale, prima di diventare una galleria per gli artisti e per studiare le antichità e le opere degli antichi maestri nel 1700.

Premesso ciò, da non perdere ci sono in primis la Gioconda di Leonardo (il ritratto di Monna Lisa) che è il capolavoro più visitato e che soltanto un genio come il maestro fiorentino poteva creare.

In secondo luogo il Louvre propone la Vittoria alata (Nike) di Samotracia risalente a 2.200 anni fa e il ritratto di Francesco I di Jean Clouet giusto per citarne alcuni tra i più noti.

Il Musée d’Orsay

Nei confini di una stazione ferroviaria di Belle Arti c’è un compendio di arte e cultura francese dalla metà del XIX secolo al 1914. Si tratta nello specifico della Gare d’Orsay che si trova sulla riva sinistra della Senna ed è stata completata per l’Expo del 1900.

Dopo essere diventato obsoleto per i moderni viaggi ferroviari, l’edificio è stato trasformato in uno dei più grandi musei d’arte del mondo, colmando il divario tra il Louvre e il Museo Nazionale di Arte Moderna presso il Centro Pompidou.

In questo ambiente ci sono decine di opere iconiche di impressionisti e postimpressionisti come Renoir (Bal du Moulin de la Galette), Cézanne (I giocatori di carte), Van Gogh (Notte stellata sul Rodano) e Manet (Le Déjeuner sur l’Herbe).

La Torre Eiffel

Anche se il tempo a disposizione in occasione di un week-end a Parigi è poco, non salire su uno dei monumenti più famosi del mondo sarebbe un errore imperdonabile. Parliamo nello specifico della torre Eiffel costruita per l’Esposizione Universale del 1889 e che si erge fino a 324 metri di altezza.

Ogni anno circa sette milioni di persone salgono sulla Torre e la maggior parte fino ai primi due livelli dove ci sono negozi e ristoranti, mentre il terzo che è il ponte di osservazione più alto accessibile in Europa si trova a 276 metri.

Notre-Dame de Paris

Senza dubbio il monumento gotico più famoso e amato del mondo è quello che presenta le inconfondibili torri. Si tratta della Cattedrale di Notre-Dame le cui guglie si innalzano dal punto orientale dell’Île de la Cité nella Senna. Nel nucleo medievale di Parigi, la cattedrale fu iniziata nel 1163 e completata poco meno di 200 anni dopo.

Dopo aver subito danni nel corso della Rivoluzione, questo monumento fu rivitalizzato nel XIX secolo. Oggi il complesso è tuttavia possibile ammirarlo soltanto dall’esterno a causa dell’incendio verificatosi nel 2019, che a quanto pare fu dovuto a un corto circuito o per una cicca di sigarette.

Back to top button
Close