Viaggi

Infedeltà coniugale in Puglia, a chi rivolgersi?

Ogni anno in Puglia si registrano centinaia di richieste di divorzio, quasi tutte causate dall’infedeltà coniugale di uno dei due coniugi.

Ogni agenzia investigativa offre servizi mirati alla delicata tematica del tradimento coniugale, il nostro investigatore privato in Puglia potrebbe testimoniare su come questa problematica interessi uomini e donne di ogni ceto sociale e prescinda dal livello economico-culturale degli stessi.

Il problema del tradimento del proprio partner è in costante crescita, non a caso gli italiani sono stati definiti i più propensi al tradimento tra tutti gli europei, un primato che certamente non può essere considerato un vanto.

Puglia – Infedeltà coniugale – Investigatore privato.

Le agenzie investigative operanti in Puglia, come la Iuris Investigazioni con sede in Trani (BAT), sono spesso chiamate ad effettuare indagini per infedeltà coniugale; si tratta di un servizio delicato sia perché il traditore risulta essere particolarmente attento nelle sue mosse, per non farsi scoprire, sia perché in gioco c’è anche la situazione psicologica della vittima che si trova in uno stato di malessere da non sottovalutare e da dover gestire con la massima cautela, spesso tramite l’aiuto di professionisti (psicologi – Psicoterapeuti).

Ritengo giusto ricordare che l’infedeltà coniugale rappresenta un illecito a tutti gli effetti, ciò in quanto il traditore viola il principio di fedeltà coniugale sancito dal nostro ordinamento giuridico.

Secondo la giurisprudenza, la fedeltà è da intendere non solo in senso stretto, ossia evitando di intraprendere relazioni extraconiugali, ma anche come impegno di non tradire la reciproca fiducia, ovvero di non tradire il rapporto di dedizione fisica e spirituale tra i coniugi, che dura quanto dura il matrimonio (finché morte non vi separi, recita il rituale religioso, ma comunque fino a quando la coppia non dovesse decidere di divorziare cessando di fatto il contratto stipulato con l’atto giuridico del matrimonio).

Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione, le condizioni sono sancite all’articolo 143 del codice civile che recita quanto segue:

Art. 143.

Diritti e doveri reciproci dei coniugi.

Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.

Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.

Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia

Oltre a dover pagare le spese processuali ed altre spese gravanti sul coniuge che, tramite il tradimento, risultasse causa della rottura della relazione matrimoniale in violazione dell’articolo sopra citato, la Corte di Cassazione (Prima civile, sentenza 18853/11), con una sentenza innovativa apre un nuovo scenario riguardante il tradimento coniugale, le cui conseguenze potrebbero essere ben più gravi per il traditore.

Secondo i giudici, i tradimenti vanno risarciti in denaro per il danno che essi possono procurare alla salute o alla dignità della persona tradita, a prescindere dagli effetti causati sul matrimonio.

Perciò se nel procedimento di separazione o divorzio ci si occupa solo della liquidazione di un assegno e i diritti successori, una questione diversa è quella delle conseguenze sui “diritti costituzionalmente tutelati” del tradito  come, appunto, la salute o la sua dignità.

Anche sulla base di questa sentenza si evince che il ruolo dell’investigatore privato acquisisce una notevole importanzaal fine di reperire le prove materiali utili, al tradito, per far valere le proprie ragioni in fase di processo.

Ricordiamo inoltre che l’investigatore privato è un professionista altamente qualificato, formato, autorizzato a svolgere attività investigativa senza violare la legge, in poche parole affidatevi agli esperti dell’investigazione e non intraprendete iniziative personali che potrebbero persino causarvi guai con la giustizia.

Related Articles

Back to top button
Close