Viaggi

Gli inglesi e la loro grande passione per la cucina italiana

È risaputo che la cucina italiana sia fra le più amate al mondo. La nostra storia e tradizione culinaria è fatta di tanti sapori, ingredienti e profumi che con orgoglio portiamo in giro per l’Europa e oltre. In molti hanno provato ad imitarla, ma con scarsi risultati, hanno preferito limitarsi a mangiarla.

Ma chi ci ama di più nel resto del mondo? Possiamo dire senza ombra di dubbio che gli inglesi sono il primo popolo a stravedere per le nostre ricette: spaghetti al pomodoro, lasagne e tiramisù sono solo tre dei piatti più esportati e cucinati all’estero, oltre che i più ordinati nei ristoranti italiani in Inghilterra.

Tranquilli, non abbiamo dimenticato il nostro orgoglio, la pizza, anche lei tanto amata, mangiata e desiderata all’estero e spesso un po’ trasformata nei paesi anglosassoni con ingredienti che certo hanno poco di italiano. Ma nulla a che vedere comunque con la pizza all’ananas degli Americani.

Inghilterra e Italia: un’amicizia lunga secoli

L’Inghilterra, in particolar modo, Londra, ha un’amicizia lunga secoli con l’Italia e gli italiani. Questo dovuto soprattutto al vastissimo numero di nostri concittadini che popolano le vie e le città inglesi, sono infatti più di 300.000 gli italiani presenti nel territorio della Regina e fra le città più popolate vi è appunto Londra. Tanto da poterla definire (virtualmente) la dodicesima città italiana.

Tutta questa affluenza di italiani in Inghilterra ha fatto si che siano sempre più numerosi i ristoranti di cucina italiana e sono sempre più gli inglesi che la sera preferiscono cenare in uno di essi piuttosto che nei ristoranti di altre origini, le loro comprese.

Anche per il cibo d’asporto, la richiesta di piatti italiani supera di gran lunga i piatti speziati al curry della cucina Indiana che fino a qualche anno fa era fra la più consumata e amata tra i londinesi. Anche i supermercati locali, vista la grande richiesta e passione per la cucina italiana da parte degli inglesi hanno iniziato a rifornire i loro scaffali con pasta, sughi e piatti pronti italiani. Anche nel banco frigo cibi come la mozzarella di bufala, il parmigiano o i salumi nostrani colpiscono la curiosità degli inglesi.

I prezzi di questi prodotti sono certamente leggermente più alti di quello che si spenderebbe in Italia, ma ciò vale come per tutti i cibi che vengono esportati e soprattutto che hanno tanto successo. Tutti ingredienti e alimenti che i londinesi acquistano e si portano a casa per realizzare una cena a tema Italia per fare colpo sui loro amici, tante idee e spunti che prendono dai vari siti di ricette, come lo è in Italia, Ricetta.it, oppure nei vari programmi tv a tema cucina.

Cucina italiana nei canali tv inglesi

A proposito di programmi tv inglesi a tema cucina, ve ne sono moltissimi presentati da cuochi con origini italiane che vogliono trasmettere a tutto il pubblico la loro passione, bravura, ricette e consigli il tutto condite con un pizzico di malinconia.

Tra i vari programmi tv di cucina in cui si esaltano le ricette italiane vi è quello di Jamie Oliver, bravissimo cuoco inglese che nella sua esperienza di chef vanta molti anni di lavoro nella cucina di Antonio Carluccio, dal quale ha imparato e amato ogni ricetta della cucina italiana, tradizione e anche quella più innovativa.

Dopo questa esperienza Jamie ha intrapreso un esperienza in solitario, andando in tv con i suoi programmi di cucina, fra di essi uno in particolare in cui preparava solo piatti italiani, per poi scrivere libri e proseguire nel suo lavoro e passione per la cucina italiana facendosi affiancare dal bravissimo Gennaro Contaldo.

La sua grossa fama e bravura l’ha portato ad aprire una catena di ristoranti sparsi letteralmente per tutto il mondo, basti pensare che ce n’è uno a Sidney e uno a Dubai. Inoltre, Oliver si è battuto tanto anche per il sociale e l’alimentazione sana nelle scuole, per far fronte all’obesità infantile, provocata dagli alimenti preconfezionati che spesso vengono serviti nelle mense scolastiche o nei distributori automatici.

Related Articles

Back to top button
Close